Pier Paolo

L'ha incontrato dopo la sua morte, ma c'era qualcosa che non quadrava, le cause della morte non erano quelle ufficialmente rese. Inoltrò domanda alla Procura, neanche risposero; consultò i fascicoli, zero assoluto.. Fu allora che prese la macchina e partì, la morgue avrebbe fatto a meno di lui, iniziò il suo viaggio nella poesia e nell'immagine, almeno avrebbe visto con … Continua a leggere

EMILY SPARKS

Dove sarà il mio ragazzo, il mio ragazzo – in quale parte del mondo? Il ragazzo che amavo più di tutti a scuola? – Io, la maestra, la zitella, il vergine cuore, che feci di tutti loro i miei figli. Seppi conoscere veramente il mio ragazzo, credendolo uno spirito ardente, attivo, sospinto da continue aspirazioni? Oh, ragazzo, ragazzo, per cui pregai … Continua a leggere

BETTY

Ho uno stile di apprendimento molto lento..(fa pure rima) , ragion per cui le mie idee ci mettono un pò di tempo per completare la loro fisionomia..ma poi ecco! appaiono quasi all'improvviso, ed ecco la mia nuova  idea: voglio i capelli lisci! Sì, sono stufa di questi ricci, mi hanno tormentato l'adolescenza la giovinezza… ma ora voglio i capelli lisci! … Continua a leggere

24 aprile 1945

Domani arrivano gli americani, porteranno il jazz e il boogie, la cioccolata e il chewing gum, i baci e l'oblio. Domani arrivano gli americani, troppe donne sole, i mariti, i fidanzati, i padri, i fratelli, i figli, morti in Russia e altrove. Forse qualcuno è solo disperso, forse tornerà, ma domani arrivano gli americani, la musica non aspetta più.

AMERICA

America ti ho dato tutto e ora non sono nulla.America due dollari e ventisette centesimi 17 gennaio 1956.Non posso sopportare la mia mente.America quando finiremo la guerra umana?Va' a farti fottere dalla tua bomba atomica.Non sto bene non mi seccare.Non scrivero' la poesia finche' non avro' la mente a posto.America quando sarai angelica?Quando ti toglierai i vestiti?Quando ti guarderai attraverso … Continua a leggere